FANTANEWS

PRESENTA

la gazzetta della lega

L'ATLETICO FERMA IL GREMIO!

IL BOCA SI AVVICINA.

UN ATLETICO RIMANEGGIATO  RIESCE A FERMARE LA FUGA DEL GREMIO. NE APPROFITTA IL BOCA CHE SI PORTA A -5. BELLA VITTORIA DEL REAL SUL SANTOS. TORNA ALLA VITTORIA ANCHE IL BARÇA DI FIORENZA CHE INGUAIA LA STELLA.

ATLETICO M.-GREMIO:1-1

Ottima prestazione di mr. Della Porta che senza Salas e con una formazione rimaneggiata blocca la capolista e ridà speranze agli inseguitori. Il Gremio era andato in vantaggio con il solito Stankovic che quando l'attacco latita, ci mette sempre una pezza. Poi una splendida prestazione d'insieme degli spagnoli ha portato al meritato pareggio. Adesso per Palmisani c'è il rinato Barcellona, mentre Della Porta affronterà il Real.

 

 

BOCA JRS.-PARTIZAN:3-1

Continua l'ascesa di mr. Guerra che con questa vittoria rivede la testa della classifica. Bierhoff, Signori e Cannavaro danno altri tre preziosissimi punti al Boca, che oramai non può più nascondere le sue velleità di scudetto. Situazione opposta invece per mr. Poerio che adesso si trova in ultima posizione insieme alla Stella. Domenica lo scontro con il Santos dirà molto sul futuro della neopromossa.

Crespo sempre più primo!

Ma al secondo posto salgono Bierhoff e Inzaghi!

CANNONIERI

REAL M.-SANTOS:1-0

Un Real in dieci uomini, trascinato dallo straordinario Crespo si porta al quarto posto in classifica. Il Santos soffre la cattiva condizione di Rui Costa e la pessima giornata di Vieri. Poi l'espulsione di De Rosa condanna il duo ad una bruciante sconfitta. Domenica il derby contro l'Atletico dirà se il Real può aspirare alla vetta della classifica.

BARCELLONA-STELLA R.:2-1

Si risveglia Pippo Inzaghi e il Barcellona torna alla vittoria. Mr. Fiorenza finalmente può sorridere, con questi tre punti ha superato sia Stella che Partizan. Domenica dovrà affrontare il super Gremio, chissà? Invece mr. Capuano nonostante l'ingaggio di Colella riesce ancora a sbagliare formazione tenendo un Adailton strepitoso in panchina. Unica nota positiva è il ritorno al gol di Shevchenko.

 

Commenti:

-----EL BOVARO DEPORTIVO-----

Bierhoff, Cannavaro, Signori

ADELANTE HACI'!

Ferrante:"Vamos para nuestra via"

 Guerra: Complimenti a Poerio per la bella partita, e poi e' stato un piacere rivedere Kenneth a simili livelli. Credo che oggi il Partizan avrebbe vinto su tutti i campi o quasi, ma purtroppo c'era il Boca a sbarrargli la strada, QUESTO Boca. D'altro canto il Santos, troppo frettolosamente accostato al San Paolo che fu, vacilla, il Barça prende ossigeno (si prepara a un'altra apnea?), la Stella di Colella sberluccica appena appena, preparandosi per domenica alla partita della vita. Il Real continua a vincere d'autorita', nell'unico modo che conosce. Impressionante. Un vero bunker difensivo davanti a tre portieri insuperabili, un centrocampo da mille e una notte, e in attacco il capocannoniere del torneo (titolo ambitissimo da piu' presidenti). Infine, le due superpotenze della Lega, che non possono che annullarsi nel confronto diretto teso e vibrante, ma forse sarebbe stato piu' giusto un pari a reti bianche.

 Carissimi Amici,deluso e quasi sgomento di fronte al terribile inasprirsi dei contributi su questa pagina, ho dovuto valutare a lungo e con attenzione l'opportunita' di intervenire ancora con il mio. Una volta le Fantanews erano il nostro accogliente Bar dello Sport, dove nelle sere di inverno, dopo una giornata di fatica, ci si rintanava al caldo di un bicchiere di rosso solo per il gusto di incontrarsi. Tutti volevano esserci e tutti c'erano. Lo sfotto' si limitava alla schermaglia, l'affettuosa presa in giro era un dolce supplizio al quale tutti si sottoponevano col sorriso sulle labbra, ed era anche questo gioco delle parti, a volte cosi' ripetitivo e monotono, che ci faceva pensare tante volte "finalmente a casa". Erano gli anni d'oro del grande Real, di Ganz per Zola, del Pathetic Bilbao, di coppe scippate, di Aston Villa e River Plate, dei cavalli del Vietnam, di Bibi' e Coco', di scambi di giocatori più conguaglio, di -3 di penalizzazione, di squalificati o fuori rosa regolarmente in campo, e potremmo continuare per ore. Tutto questo non c'e' piu'. Domina il turpiloquio, la"sgrammatica", l'abuso di potere. Il nostro Presidente, ripeto Presidente, si nasconde dietro un'esilissima questione di principio, per cercare di raccattare (o accattonare) due miseri punti, perche' "la regola dice...", e dopo pochi giorni compie l'ennesima tirannia, ammettendo candido "contro tutte le regole..". Purtroppo l'oggettivita' al mondo esiste, caro Checco, ha ragione Matteo, ed esiste perfino nel NOSTRO mondo, chiara e visibile anche dalla tribuna piu' lontana, proprio come un cartellino giallo mai sventolato. Sull'altra sponda c'e' comunque ancora e sempre scompostezza, trivialita' e turpitudine, predisposizioni d'animo concrezionate in anni di deliri che trasformano qualsiasi ragione nel torto marcio. Quanto e' vero che e' molto piu' difficile saper vincere, piuttosto che saper perdere, anche se (anticipo possibili battute) non conosco la differenza.

A tutti un caldo abbraccio, dal vecchio Bar all'angolo,un amico

Colella"Vorrei non rispondrere alle volgari provocazioni di Palmisani il quale si è espresso,non solo nei miei confronti,con un linguaggio che farebbe invidia al più cafone pescivendolo di tutta Napoli,pensasse ad allenare piuttosto che a parlare che gli riesce meglio!Per quanto riguarda la partita con il Barca mi assumo tutte le responsabilita',chi si aspetta le mie dimissioni non mi conosce affatto,il presidente mi ha rinnovato la fiducia e continua ad incoraggiarmi.0punti in 2 partite non è un buon risultato e sono cosciente che se domenica non otterremo almeno un punto la mia panchina inizierebbe a riscaldarsi,ma io sono abituato a lottare fino alla fine;tutto sommato siamo ancora in piena lotta salvezza nonostante l'ultima posizione."

Ditta Bellomunno e figli: "Lungamente martoriata dai lancinanti attacchi che da anni le portava Palmisani, violentata in una brumosa notte d'autunno da Durante, infine massacrata senza pietà da Colella, si è spenta la sintassi. Ne dà il triste annuncio la punteggiatura, destinata ad analoga sorte. Niente fiori, ma corsi di recupero".

 Mr.Fiorenza: "Era un lunedì diverso da quelli mogi degli ultimi due mesi, finalmente sereno, la squadra aveva lasciato il fondo della classifica, e con il rompete le righe avevo concesso un paio di giorni di libertà ai miei ragazzi. Mentre i sapori e le voci del Natale ormai venturo si accompagnavano ai miei pensieri di riscossa fantacalcistica,il pensiero non poteva non andare alla sfortunata mossa da parte degli allenatori della Stella di mandare Bomber Adailton in panchina. A tal proposito vorrei mandare un caldo incoraggiamento al caro Pietro: non ti abbattere e riparti di slancio, tutti i grandi hanno toppato alla prima e talora anche alla seconda, c'è chi ha mandato in panchina (secondo panchinaro) il triplettista Shevchenko, e soprattutto non ti curare degli attacchi volgari e gratuiti, ma sii superiore. Quest'ultima considerazione mi riporta a quel lunedì di assoluta serenità, in cui gli uccelli cinguettavano, il sole splendeva e gli auguri del Cavaliere erano miele per le mie orecchie. Nulla poteva turbare la mia atarassìa, la mia assoluta calma olimpica. Ma all'improvviso una telefonata. Rispondo. Una voce concitata. Un respiro affannoso. Le parole che si strozzano in gola mentre (immagino) un rivolo sgorga ai lati della bocca. Con tono perentorio, minaccioso: "Tu adesso riporti esattamente le mie dichiarazioni, perchè io non scriverò mai più sulle news, almeno fino a quando le cose non cambieranno. La Lega è completamente asservita a un presidente tiranno che fa il bello e il cattivo tempo, uno che cambia le regole a suo uso e consumo rispondendo nella stessa settimana e strumentalizzando il media per i suoi bassi fini. Si tratta, e scrivilo bene, mi raccomando, di un piccolo Gaucci, di un PERSONAGGIO FOLKLORISTICO, che sta portando alla morte il nostro bel gioco. E dice pure il falso, perchè sono retrocesso solo due volte. Ma io te lo dico in amicizia, caro Francesco, è meglio che cambi, soprattutto per il tuo bene". La telefonata era finita, torrenziale come un fiume in piena, veemente e breve come un temporale estivo. Rimasi per un pò a inseguire i miei pensieri, mentre le parole di Matteo riecheggiavano dentro di me.La mia serenità mattutina era svanita, e alla fine di lungo travaglio partorii la seguente sintetica riflessione: troppi veleni, basta. E' ora di lanciare una provocazione: immaginate una lega in pace, in cui non ci sono esasperazioni e guerre sante, odii atavici e attentati alla persona. Lo so, è una pena incredibile, e infatti scacciai subito questo pensiero. Ma quello che qui voglio dire ai due galletti amburghesi è che c'è modo e modo. Se a tutti è nota la prosopopea, l'arroganza e l'ottuso dogmatismo del nostro presidente, il Grande Timoniere della Lega (non a caso soprannominato Mano Nera), nel momento in cui si sceglie la strada dell'aggressione e del turpiloquio si diventa indifendibili, e anche le eventuali buone ragioni sprofondano in una melma di parolacce (cazzo per due volte, frocetti, stronzate, e palle di neve, neologismo giovanile di fresco conio). Per cui è ora di smorzare i toni, di svelenire il clima.Se posso dare un contributo, odiamoci, ma con stile."

 Capuano jr "Dopo un lungo tentennamento, e delle durissime riflessioni la società Stella Rossa decide di prendere posizione nei confronti dell'increscioso episodio verificatosi non più tardi della settimana scorsa. Come è vero che i tempi cambiano!!! Qualche anno fa un nuovo giovane membro della lega sarebbe stato accolto da grida di benvenuto, da un caloroso hip-hip hurrà, da pacche sulle spalle e consigli su come gestire il proprio nuovo ruolo all'interno di un gruppo di AMICI che simpaticamente si ponevano l'uno contro l'altro. Oggi non è più così!!! Su queste pagine divampa il turpiloquio, peraltro di difficile comprensione visto l'incomprensibile modo di scrivere dell'autore, l'offesa fine a sè stessa, lo sbeffeggiamento per il gusto dell'umiliazione. Peraltro, caro Mr. Palmisani il suo potrebbe essere stato un clamorosissimo autogol, in quanto potrei essere costretto a parlare francamente a Colella. Il nostro giovane dipendente è convinto di essere entrato in una Lega in cui ci sono 9 amici che in armonia da 8 anni si divertono a fare una formazione per vincere un simpatico gagliardetto. Non sa il giovin virgulto che negli anni scorsi la Lega è stata attraversata da momenti di panico creati da una pseudo illegalità di taluni accadimenti quantomeno strani. Non sa che ci sono scambi che nemmeno in una lega di degenti di un ospedale psichiatrico sarebbero stati compiuti. Non sa che in passato ci sono stati scambi di giocatori per SOLDI. Non sa soprattutto che tutte queste vicende hanno come soggetto principale la stessa persona. Potrei parlare chiaramente al nostro nuovo allenatore, ma non lo farò. L'atmosfera natalizia ha pervaso la società. E' proprio vero che da ultimi si è sempre più buoni. Noi però perseguiamo sempre una nostra linea societaria, costituita dall'amicizia ormai fraterna che ci lega a TUTTI gli esponenti della lega. Perciò caro Mr. Palmisani in anticipo di una settimana la STella Rossa le invia i più cari e sentiti auguri di Buona NAtale e di un felice anno nuovo, e spera che il 2000 le porti uno scudetto che per il suo modo di vedere le cose sarebbe l'ennesimo, dal nostro punto di vista sarebbe il primo perchè quasi interamente farina del suo sacco"

Capuano sr. "ebbene si ho sbagliato lo ammetto. Non so cosa mi è preso, ma lunedì scorso dopo aver letto le dichiarazioni di mr. Palmisani non ci ho visto più, un profondo senso di rabbia mi ha completamente accecato, ed ho compiuto ciò di cui adesso mi vergogno profondamente. Voi tutti sapete che mai in passato mi ero reso protagonista di episodi simili, il Real era esempio di correttezza e signorilità, ma le accuse erano troppo gravi. Certo nulla giustifica la scorrettezza che ho compiuto nel rispondere nella stessa settimana a mr. Palmisani, purtroppo non posso più tornare indietro. Chiedo ufficialmente scusa a tutti i membri della lega. Ciò nonostante continuo a difendere la mia posizione per quanto riguarda la famosa ammonizione. Con la speranza che questo capitolo venga finalmente chiuso, passo a parlare della giornata appena trascorsa. Quando Guardalben piangendo è venuto da me e mi ha detto che domenica non avrebbe potuto giocare, il mio pensiero è andato a tutti quei "corvacci" che quando a settembre acquistai Taglialatela, cominciarono a gufare affinché giocassi senza portiere. Parlo a te caro nemico Guerra, già ti vedo sabato scorso quando leggendo le formazioni hai scoperto che giocavo in dieci, ti sarai detto "lunedì scriverò di un Real che perde per la scelleratezza del suo presidente". Ma non avevi fatto i conti con l'orgoglio di sentirsi giocatori del Real. Forse non tutti avranno notato che la nostra risalita è cominciata con il ritorno di Apolloni e Villa due vecchie merengues. Lo spogliatoio si è  compattato e adesso siamo quarti, anche il Santos è dietro. Meglio essere dieci leoni che undici mercenari. Adesso siamo ad un bivio, le prossime tre partite contro Atletico, Gremio e Boca, diranno  quali sono le nostre aspirazioni. Intanto considerando tutti gli infortuni che abbiamo avuto fino ad oggi (Buffon, Guardalben, Vierchowod, Boghossian, Pecchia, Marocchi, Masinga, Poggi) sono entusiasta di ciò che ha fatto la squadra. Per il resto, il Gremio ha la solita fortuna, il Barça sembra essersi finalmente svegliato, la Stella è cadente e il resto... mediocri! Prima di chiudere un pensiero a te mr. Palmisani, scagliarsi con quella cattiveria e con quelle parole contro un nuovo membro della lega fotografa esattamente quello che sei, non ti basterà vincere cinque, dieci, quindici campionati rimarrai sempre un poveraccio."

Il presidente di lega: "adesso mi sono veramente stancato. Questi continui attacchi alla mia persona devono finire. Ho preso una difficile decisione, a gennaio durante il mercato di riparazione, rimetterò il mio mandato nelle mani della lega e se vorrete che io continui a fare il presidente dovrete  dirmelo voi. Così che non possiate più avere alibi. Dopo tutto ciò che ho fatto per la lega, queste ripetute accuse nei miei confronti mi sembrano eccessive ed ingiustificate. Invito ognuno di voi a farsi avanti per prendere il mio posto oppure a tacere. Forza cari Guerra, Palmisani ecc. perché non fate voi i presidenti, sareste sicuramente più in grado di me a far rispettare il regolamento e a tenere a  bada le varie personalità della lega. Per cui aspetto con ansia le vostre candidature e ci vediamo a gennaio, il vostro presidente dimissionario

FINGERLEFT.GIF (1635 byte) 99 00.jpg (38785 byte)  FINGERRIGHT.GIF (1652 byte)

 STEMMA.gif (3184 byte)  Home Page

[ la nostra storia - coppa di lega-fantanews-fantabacheca-

fantacoppe - links-campionato- cannonieri-albo d'oro]